Blog // Consigli per Affiliati

4 Tecniche di Pubblicità a Pagamento che Tutti Imprenditori Possono Permettersi

Hand Putting Deposit Into Piggy BankFonte Immagine

L’idea di pubblicità a pagamento può far paura a nuovi imprenditori – spendere tutti quei soldi senza ricevere neanche un lead. Ci sono modi per sondare il terreno di pubblicità a pagamento senza impegnarsi troppo.

Il primo passo è capire chi sono i tuoi clienti e dove passano loro tempo. Creare un cliente tipo per approfondire la tua comprensione dei tuoi clienti e capire come comunicare con loro. Poi con una pubblicità ben scritta e un piccolo investimento, queste campagne possono dare i loro frutti.

Dovresti dipendere solo a pubblicità a pagamento come metodo di marketing? Certo di no. Se trovi successo con uno o più piattaforme, continua a lavorare con pubblicità a pagamento come parte della tua strategia marketing. Ricordati che più concorrenza c’è nella nicchia, più caro è la pubblicità.

Facebook Ads

Grazie al suo strumento di micro-targeting demografico, Facebook è un’ottima soluzione per chi ha un budget piccolo. Con un minimo di $1,00 al giorno, compri circa 4.000 impression – vuole dire che 4.000 persone che probabilmente non conoscono il tuo prodotto vedranno la tua pubblicità. Non male per $30,00 al mese.

Puoi impegnarti per raggiungere un certo ROI oppure usare le campagne per creare riconoscibilità del marchio, che può essere un obiettivo in se stesso.  Atlas, la nuova piattaforma pubblicitaria Facebook, permetterà l’individuazione per le pubblicità e la tracciatura del comportamento e interesse di utenti su diversi dispositivi – non solo la piattaforma pc.

Pubblicità in App Mobili

Considerando che l’uso mobile già rappresenta il 60% del tempo passato online, pubblicità mobile è un’opzione chiara per la maggior parte di aziende. Mobile è uno dei cannale di pubblicità più economici, secondo solo a piattaforme social.  I costi per le pubblicità display costano 90% meno di campagne PPC sul desktop. Dato che cookies sono meno efficaci su mobile, visite sono tipicamente tracciate con CPE – Cost Per Engagement – che potrebbe essere definito come l’apertura di un app o un acquisto in-app.

Pubblicità LinkedIn

Per B2B, LinkedIn può essere un modo per raggiungere potenziali clienti molto efficace con un costo relativamente basso. LinkedIn ha un’offerta minima CPM di $2,00 per 1.000 impression di pubblicità di testo.  Il costo è quasi 8 volte quello di Facebook, però offre un pubblico più adatto e un contesto più professionale per alcune aziende. Il sito ha un minimo giornaliero di $10,00 e un minimo CPC (cost per click) di $2, quindi per $10,00 al giorno ricevi cinque persone interessate al tuo prodotto.

Google AdWords

É notoriamente difficile calcolare il costo di una campagna Google Ads dovuto alle offerte della concorrenza nell’asta e il fatto che la tua pubblicità potrebbe ricevere una classifica migliore per un punteggio di qualità per la rilevanza alto. Non c’è una spesa minima e non c’è un contratto quindi è facile iniziare e metterlo in pausa quando vuoi.

Google gestisce una quantità di traffico enorme, con un tasso di conversione mediano di circa 2,35%. I top 25% di inserzionisti spesso vedono tassi di conversione di 5,31% o più. Ti consigliamo di fare A/B test con la tua creative per vedere cosa funziona meglio.  Puoi usare Google Analytics per paragonare diverse pubblicità e pagine per aumentare conversioni. Non avere paura di sperimentare per trovare la combinazione giusta.

Anche con il budget più piccolo, pubblicità a pagamento dovrebbe far parte della tua strategia di web marketing. Se hai già definito il tuo mercato target e sai dove i tuoi clienti passano loro tempo, puoi utilizzare uno o tutti queste tecniche di pubblicità per raggiungerli.

 

Riguardo a Shannon SmithShannon Smith è il Consulente alla Clientela Internazionale di ClickBank responsabile per i nostri clienti italiani. Lei ha iniziato con ClickBank in 2012 dopo il suo ritorno dall'Italia, dove ha vissuto per 10 anni. Mentre era in Italia ha studiato Relazioni Internazionali e acquisito esperienza lavorativa in governo, ONG, e commercio internazionale. Attualmente assiste clienti italiani a crescere loro business d'informazione attraverso il sito ClickBank Italia, il blog, e il gruppo Facebook. È una parte integrale alla nostra espansione nel mercato italiano.